Ma a te, cosa tolgo?

(Le 10 domande che una donna (non necessariamente single) non vorrebbe mai sentire)

1. Ma ti trucchi per andare in palestra? 

Non mi trucco per andare in palestra: mi trucco di mattina per andare al lavoro, e poi non mi strucco, perché comunque un minimo dovrei truccarmi, (acqua e sapone solo a 20 anni) quindi dovrei struccarmi per poi truccarmi (poco) di nuovo, tanto vale struccarmi direttamente la sera. E comunque, anche se mi trucco di tutto punto solo per andare in palestra, a te cosa tolgo?

2. Perchè indossi la minigonna in inverno, non senti freddo ? 

In questa domanda è implicita la volontà di mettere in dubbio il motivo per cui metto la minigonna, vale a dire che mi voglio dare delle arie. Forse si, oppure no, semplicemente mi piacciono le gonne, e no, non sento freddo, da qualche secolo hanno inventato una cosa chiamata calze. Ma anche quando sentissi freddo, a te cosa tolgo?

3. Esci troppo poco. Sei depressa?

No, non sono depressa, anzi, proprio perché non sono depressa ho voglia di dedicare un po’ di tempo a me stessa; qualche secolo fa, hanno inventato una cosa chiamata hobby, e io ne ho tanti. E anche quando fossi depressa, visto che comunque non faresti nulla per aiutarmi se non storcere la bocca, a te cosa tolgo?

4. Hai tagliato i capelli perché hai voglia di cambiamento? 

I capelli me li taglio perché li preferisco così, e no, non ho nessun recondito bisogno di cambiamento, o di “darci un taglio”, semplicemente mi piace come mi stanno i capelli corti. E anche quando avessi voglia di cambiamento, a te cosa tolgo?

5. Ma la vita non è già amara così? 

Non bevo il caffè amaro per stare attenta alla linea, e lo so che la vita è già amara di suo, ma a me il caffè piace così. Ma anche quando lo bevessi senza zucchero per limitare le calorie, a te cosa toglie?

6. Ma un figlio non lo devi fare?

No, e non vedo l’ora che arrivi la menopausa così sono autorizzata a rispondere che, si sì, mi sarebbe piaciuto avere un figlio, ma purtroppo non posso più (per la pace di tutti). E comunque, se non preoccupa me il fatto di non avere un uomo e un figlio, perché dovrebbe preoccupare te? Se non sono madre, a te, cosa tolgo?

7. Ma stai sempre da sola?

Intanto non è vero: al lavoro non sono da sola, in palestra non sono da sola, quando vado a fare la spesa non sono da sola, al bar non sono da sola, quando vado a fare shopping non sono da sola. Forse vuoi dire che vivo da sola, ma è un pò diverso, sai? Si è soli quando ci si sente soli, soprattutto in mezzo a gente che finge di volerti bene o di amarti, e se esco da sola questo rischio non lo corro. Ma anche quando, a te cosa tolgo? 

8. Se frequenti i posti giusti, prima poi qualcuno lo incontri. 

Cosa intenti per “posti giusti?”, e poi, chi ti ha detto che ho voglia di incontrare qualcuno? Può darsi che non ne abbia voglia, chi l’ha detto che i single debbano per forza sentire la necessità di accoppiarsi? Se non vado nei posto giusti, in questo caso non è “a te, cosa tolgo?” è più che altro, “ma a te, che ti frega?”

9. Ma non hai voglia di sistemarti? 

Sono una persona ordinatissima, spazzo cosa ogni giorno, spolvero, rifaccio il letto, stiro e la mia casa è sempre linda e pulita. Non vedo come possa essere più sistemata di così. Ma anche quando, a te, cosa tolgo? 

10. Se non riesci a trovare nessuno, io due domande me le farei.

Beh, in effetti si, la prima è; ma sei coglione? E la seconda: ma a te, cosa tolgo?

Fatevela una vita vostra, che è gratis.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.